Parte a Marzo la seconda fase del progetto “Una storia Pulita”

01/03/2013 08:00
30/06/2013 20:00
IMG_8902.JPG

Parte a Marzo la seconda fase del progetto “Una storia Pulita”, Beni culturali e inclusione sociale convergono in un progetto di volontariato per la valorizzazione dei siti archeologici di Castelluccio ed Eloro nel territorio di Noto.

Protagonisti dell’iniziativa i volontari dell’Associazione “Escursioni Iblee” insieme ad un gruppo di reclusi della Casa Penale di Noto. Un progetto che mira a restituire alla collettività due siti di altissimo valore storico archeologico, attraverso la pulizia dei sentieri e l’organizzazione di laboratori e visite didattiche per le scuole, eventi , giornate di studio. L’obiettivo è quello di mettere al centro la storia ma soprattutto le persone perché anche che ha commesso degli errori può essere una risorsa per la comunità dimostrando a se stessi e alla comunità di poter rientrare con un ruolo positivo.

Il progetto già avviato prevede diverse giornate per la pulizia dei sentieri, mentre è possibile su prenotazione organizzare partecipare a laboratori e visite didattiche gestite da Archeologi ed Educatori per scuole di ogni ordine e grado.

Alla visita didattica del sito viene abbinata un’attività di laboratorio in spazi attrezzati per consumare dei pasti e dotati di servizi igienici.

In particolare:

Il sito di Castelluccio (Km 20 da Noto) si trova in una della aree più suggestive e panoramiche del territorio netino(circa m 600 s.l.m.) che dominala valle del fiume Tellaro. Questo sito archeologico, che risale all’età del bronzo antico,offre la possibilità di comprendere in maniera efficace l’impianto del villaggio preistorico con annessa necropoli (200tombe), nonché le attività economiche, artigianali, il contesto religioso e sociale della comunità. L’escursione al sito archeologico interesserà alcune tombe a grotticella artificiale che si trovano lungo la Cava della Signora, tra le quali se ne distingue una monumentale col prospetto a pilastri. Sul Piano della Sella si visiteranno i resti delle capanne dell’abitato preistorico

Il sito della Città greca di Eloro (Km 8 da Noto) fu la prima sub-colonia fondata da Siracusa alla fine dell’VIII sec. a. C. alla foce del fiume Heloros (l’odierno Tellaro). L’area,conosciuta e citata da varie fonti antiche, per la bellezza e la fertilità dei campi, fu teatro del mito di Demetra e Kore (Persefone) alle quali erano dedicati templi e santuari, urbani ed extraurbani .La visita inizierà con la monumentale Colonna Pizzuta esterna alla città, proseguirà con l’area del Santuario di Demetra, un tratto delle mura antiche, la Porta Nord, la Via Elorina ed, infine, con i resti della cavea del teatro greco

Per Maggiori informazioni contattare:

Associazione Escursioni Iblee cell: 338 9733084

www.villaromanadeltellaro.com